Loading

L’OCEANO NELLA GOCCIA (49) - Digambara



Il Riconoscimento è così paradossale che ho conosciuto persone che “hanno riconosciuto” ma ancora non lo sanno! Spesso li trovo tra chi ha seguito per anni un grande Maestro, come Osho o dentro una tradizione spirituale. L’Illuminazione è stata nei secoli un mito irraggiungibile e spesso un tabù per il ricercatore. Riconoscimento e Risveglio sono invece tappe della coscienza che si svela a se stessa, gradualmente maturando, acquisendo luminosità e vitalità. Mentre la consapevolezza esplora, anche se spesso temporaneamente, sempre nuovi livelli
Molti arrivano “da soli” molto vicino al Riconoscimento e hanno bisogno appena di  una piccola spinta e il velo di Maya si lacera per loro. Per sempre.

*****

Finchè le polarità non sono affiorate, riconosciute, integrate e liberate…rimangono nella tua coscienza forze, condizionamenti, illusioni e paure che di tanto in tanto si faranno sentire nonostante il tuo Riconoscimento, e forse ancora in modo più virulento che in passato. Sarà allora  quando la visione della vita tornerà a essere un sfida, antagonistica, deludente e senza speranza. Quando l’esperienza che attraversi è di orgoglio, rabbia, paura o apatia. Quando desiderio, bisogno e ansia sembrano riprendano potere su di te. Quando Dio, se è parte della tua visione, torna ad essere un potere talvolta punitivo o indifferente, sempre sovrastante.

Allora sei ripiombato nella valle dell’ego “negativo” schiacciato contro la polarità negativa che  fa soffrire te e gli altri.

Ma sempre meno spesso ci inciamperai e sempre più rapidamente queste forme pensiero se ne andranno per riprendere il livello di consapevolezza che ormai si è attivato col Riconoscimento. Rimani saldo nel tuo cuore e lucido nella tua mente:

*****

Un giorno ti accorgi inevitabilmente che tutti i lavori di espansione di coscienza, di alterazione,  cambiamento e di controllo sulla tua vita, basati su preghiera, speranza e volontà non sono capaci a portarti fuori dalla ruota della desiderio, illusione e disillusione, dal bisogno e depressione, dal Samsara. Il fallimento dipende dal fatto che ancora io/me rimane al centro della tua vita e tutte queste esperienze di espansione di coscienza rinforzano l’illusione e il potere dell’io/me. Sei e rimani nella lunga “valle dell’ego positivo”. Queste esperienze ti hanno anche dimostrato che quando la consapevolezza aumenta la tua vita cambia, anche se non ti è chiaro ancora come e perché…

*****

Dopo il Riconoscimento la vecchia vita ha i giorni contati!

La tua consapevolezza di oggi misura la maggiore distanza tra la tua essenza e il tuo personaggio, e questo nuovo spazio lo vivi come presenza e amore

La consapevolezza accresciuta dal Riconoscimento aumenta enormemente la tua possibilità di cambiare e imparare ad allinearti (allearti) alla vita. Ti porta ad esperienze di verità che altrimenti purtroppo solo dosi massicce di dolore e frustrazioni sembrano in grado di portarti fuori dall’immensa “valle di lacrime”. Le persone che non hanno ancora scoperto questo dono hanno quindi molto più limitate, casuali e drammatiche opportunità di vero cambiamento.

*****

Il ricercatore si ferma presto, dopo che hai assaggiato il Riconoscimento. Da allora cambia la tua relazione con il presente che prende bellezza e significato più la mente si rilassa nella contemplazione di ciò che è. Impari a guardare nella giusta direzione e prima o poi imparerai a vedere. Questo è un processo di disinganno, di abbandono del conosciuto e rilassamento progressivo nel fluire senza nome del presente. E’ molto bello essere in compagnia, mente-a-mente e cuore-a-cuore col silenzio che sovrasta le nostre paure di non farcela e pensieri di separazione. Io/me perde potere.

E osservi che la tua consapevolezza è in grado di sbloccarsi, crescere e portarti a sempre nuove scoperte.

*****

Ci sono vari “segni” che identificano i ricercatori che sono pronti al loro Riconoscimento. Prendi queste parole come chiavi di consapevolezza che forse hai già in mano per aprire nuove porte.

Sei ormai da tempo la tua visione della vita e di te stesso è di cambiamento, pienezza, speranza e armonia…. Se hai sperimentato il risveglio in te di un fondamentale coraggio, e un senso nuovo di equilibrio, volontà e accettazione…. Se spesso il tuo agire è dominato da un orientamento alla affermazione, fiducia, positività e propensione al perdono... Se, avendolo, anche il rapporto con il tuo Dio è improntato da una percezione da parte Sua di accessibilità, potenza, compassione….

Se in definitiva senti di essere in una fase di legittimazione di chi sei e del ruolo che hai nella vita, un alleggerimento dal passato, una chiara intenzione a andare avanti sul tuo cammino e vivi il richiamo di esperienze di trascendenza…

Allora la tua sete sarà presto appagata. Riconoscersi e imparare  a rimanere in presenza è il prossimo passo. Ti auguro di andare anche oltre questa “valle dell’ego positivo” e riscoprire chi sei veramente!

(Qui è sintetizzato il livello da 200 a 350 nella mappa di Hawkins sulla evoluzione della coscienza umana)

*****

Il vero insegnamento si dimostra valido anche quando abbandoni la mappa di cui finora ti sei servito e che ti ha confortato nel mondo capovolto, paradossale, dove tutto prende la sua posizione naturale, originale ed essenziale, illuminato dalla Verità di ciò-che-è.

Ricorda: Verità è tutto ciò che non cambia. Finchè la tua vita è solo cambiamento, non fermarti, non smettere di cercarla.

*****

E poi, alla fine, se sarà dato…

Incontri esperienze di trascendenza, l’anelito di sciogliersi nella Luce. La “tua” Liberazione ti chiama ed ha la tua stessa voce. Contemplazione nella solidità impeccabile del Silenzio. Il cammino da tempo è terminato. Le parole di verità diventano ineffabili. Il Sé, Uno dell’Essere scioglie l’ultimo bisogno di forma…



*****

La mappa possibile della crescita nella tua consapevolezza…I tre balzi, i tre cambiamenti radicali di prospettiva che sperimenti in Presenza con la voce dell’io sempre più fioca, silenziosa e rilassata. (Non appigliarti alle parole ma abbi fiducia ed ascolta la risonanza in te di questo messaggio).

Il primo è il livello di apertura alla Verità che avviene col Riconoscimento. Dio è Saggezza e la vita è in sé significato, Intelligenza vivente. La qualità in questo momento dominante, essenziale risvegliata nella tua coscienza è Comprensione.

Spesso. se non arriva prima, segue l’apertura del cuore, la seconda apertura “essenziale” con la Rivelazione che tutto è Amore e che la vita è in fondo bene che si rivela, di fonte divina. Inizia la tua Venerazione verso tutto ciò che si manifesta in te e attorno a te.

Ormai, il processo di integrazione, sblocco e unione dell’energia finora in opposizione diventa continuo, sistematico e si completa con la tua gioia. Entri nel livello della Perfezione e nel processo in cui Risveglio diventa Illuminazione, dominato da valori essenziali impersonali, costanti, universali che godi come Beatitudine. La vita è Pace e Dio ha l’aspetto del Tutto.

*****

Oggi ti parlo delle tre tappe fondamentali, i tre salti di consapevolezza al fiorire del tuo Risveglio.

Quando cogli che ogni punto di vista, ogni percezione, ogni spinta ha la stessa natura e proviene dalla stessa fonte, quando la grande tensione che ti spinge e cambiare sempre qualcosa in te e nel mondo finalmente si rilassa, allora la coscienza realizza che tutto è in sé Verità

Quando cogli che tutto ha spazio in te e che c’è spazio per tutti gli opposti e opposizioni, incluso il conflitto e il dolore e la separazione, e che integrano  il tuo campo energetico e la tua presenza, allora la coscienza realizza che tutto ciò che è possibile è già Amore

Quando smetti di cercarti e non sei più la cosa più importate della tua stessa vita, quando realizzi che tutto è già,quando il silenzio accoglie senza discriminazioni e giudizio, la coscienza realizza che tutto è Perfezione.

Questo è il cammino che ti aspetta dopo il Riconoscimento. Non ti fermare!

La “mappa” funziona!

(Riconoscenza eterna a David Hawkins e alla sua mappa – e al mitico “pescatore di perle”, Marifa)

*****

Esiste il tuo cammino personale ma quando ti senti guidato e la dimensione impersonale predomina, si rivela come il cammino comune della consapevolezza umana.

Le esperienze, le rivelazioni che spesso hanno i partecipanti alla Classi sono individuali e spesso eccezionali per chi le vive, quasi sempre imprevedibili fino all’istante prima ma non sono per nulla “uniche”. Anzi, nulla è così univoco, riconoscibile, universale e costante.  Ogni esperienza di Verità,  ogni salto di consapevolezza, ogni cambiamento radicale di prospettiva è riconosciuto “vero” all’istante da chiunque abbia avuto o stia avendo la tua stessa esperienza. Che sono più che espansioni di coscienza vere rivelazioni di coscienza (della Coscienza). Col tempo, “coltivandole” nella Presenza, impari a vedere quali sono gli ostacoli che ti bloccano a livelli più densi di illusione (più bassi di consapevolezza). E , a poco a poco,emerge nella tua comprensione , se non proprio la sequenza, il comune senso di direzione. Esperienza comune, sempre più frequente e potente, l’onda che si alza spinta dalla tua viva esperienza con il potere di spingere a fare lo stesso salto per risonanza ai compagni di viaggio che sono con te.

Ci ritroviamo tutti insieme a riprendere il cammino e, un giorno,  nel vederlo svanire quando ha messo radici nella tua vita. Diventi consapevole: chi sei è il tuo stesso cammino e la tua stessa meta.

Prossimamente ti racconterò alcuni passaggi di questo cammino comune

*****

La consapevolezza misura la visione che in questo momento hai di te e  del mondo,  la tua comprensione, la tua affettività e il tuo “senso” delle cose.

La consapevolezza cambia assieme al tuo punto di vista quando arrivano i grandi doni, le scoperte e rivelazioni della vita. La consapevolezza (Awareness) misura il tuo cambiamento e trasformazione e “crescita” durante la vita. Per chi si riconosce in cammino, la consapevolezza disegna la mappa del suo percorso e il suo “ritorno a casa”, mentre la Coscienza (Consciousness) rimane la immacolata, completa, pulsante, luminosa pienezza vivente della vita.

La consapevolezza quindi è una mutevole funzione (qualità) della (tua) Coscienza, la tua bussola e la forza essenziale  all’origine dei tuoi cambiamenti.



*****

E’ uscita la nuova raccolta delle Gocce Quotidiane:

“La vita è l’attraversamento di te stesso!"

"Continuare a cercare di migliorarsi ti condanna alla infelicità."

“Il TUO Risveglio: è possibile, è inevitabile, è necessario!..."

"E’ il più grande cambiamento della tua vita….Il Risveglio diventa una promessa che fai a te stesso…”

"Mi fermo…mi rilasso… mi affido….mi ritrovo… "

"Non è nelle tue mani, perché preoccuparsi? E se fosse nelle tue mani...perchè preoccuparsi?"

"Togliere pressione dalla tua mente e riordinare la tua vita è un processo naturale e spontaneo dopo il Riconoscimento..."

“Vivi con l’innocenza del bambino e la consapevolezza dell’adulto"

Puoi leggere tutto qui:




*****

La prima cosa da comprendere è che parlare di cammino, evoluzione , crescita nella e della tua coscienza significa trattare il tema della illusione.

E’ questo in sé quindi un tema illusorio? E forse parlarne non fa altro che rafforzare questa illusione? Non proprio. Parlarne e creare anche mappe pratiche e temporanee di indirizzo significa aiutare la tua consapevolezza ad arrivare al punto in cui non saranno più necessarie.

Se lo fosse già oggi per te, dimostra che sei già “in alto” sulla scala della consapevolezza che, fidati!, esiste eccome ed è utilissima per non rimanere in un Vuoto e in una vita senza “senso” e magari per non scendere di nuovo in stati di illusione più “densa”

L’OCEANO NELLA GOCCIA (48) - Digambara



I sensi erano solo 5 ai tempi di Aristotele! ormai sappiamo che c'è ad esempio il senso di "presenza", il senso del "tempo", quello di "appartenenza/proprietà", il senso di "agentività" etc. e che tutti interagiscono mirabilmente come funzioni della coscienza in azione. La consapevolezza è un senso della coscienza. Pertanto si può dire che tutto è percezione incluso la comprensione più astratta..Il punto è: cambia la consapevolezza e cambia il "senso" dell'illusione/creazione/realtà. Qui, per definire la realtà, la consapevolezza è quindi il senso più importante
La consapevolezza è il nostro senso principale per cambiare la realtà percepita, incluso te stesso, gli altri e il mondo



*****

Esiste una soglia di consapevolezza che io chiamo “Riconoscimento” che semplicemente capovolge tutto ciò che vale e ribalta la tua vita. Prima la leggerezza e amorevolezza e gioiosità danno valore alla tua vita soprattutto relazionale ma rimani dentro al sogno, anche se “positivo”. Dopo che la soglia è stata trovata e passata e ha messo radici tutto si scioglie da sé in leggerezza, amorevolezza e gioiosità.

Prima, tu e la tua vita rimanete al centro. Dopo nemmeno più hai bisogno di cercarti...

Prima, ahimè, è solo una altra dolce illusione. Dopo è il respiro della Vita che ti prende per mano…

Se sai che queste parole sono per te non ti fermare ancora, non cercare semplicemente un sogno felice

*****

Nemmeno tu conosci il tuo prossimo pensiero. Quando possibile rimani in rilassata attesa e accoglilo nel tuo campo di silenzio. Vedrai all’istante, imprevedibile, emergere un pensiero che è spesso rivelazione, soluzione, indicazione: la tua guida interiore, una qualità della tua stessa coscienza, ti sta parlando.

Se vai a dormire con un nodo, una domanda o incertezza e lo affidi con fiducia alla tua immensa, misteriosa profondità..è immancabile la risposta appena emerge di nuovo la voglia di svegliarti e di vivere.

Tu sei la tua Guida, impara a riconoscerla ed ascoltarla.

*****

La consapevolezza della tua coscienza è il principale fattore di cambiamento della realtà personale e condivisa. La tua consapevolezza è anche l’unico vero strumento di cambiamento della tua vita che è coscienza manifesta a sé...

A un alto livello di consapevolezza la realtà percepita coincide con la realtà essenziale avendo trasceso ogni tipo di separazione e distinzione.

La Scienza non “vede” la coscienza e non sa inserirla nel grande gioco. Tuttalpiù presume che la coscienza sia un fattore costante e pertanto superfluo, esterno al quadro di riferimento o implicito. Infatti la presunta costanza della coscienza del ricercatore e dell’oggetto studiato rende superfluo, invisibile e negata l’azione della coscienza sulla realtà

Dopo secoli ritorna la possibilità di verificare scientificamente l’unicità della realtà fondamentale con (come) quella realizzata dal ricercatore risvegliato alla propria essenza.

E l’unità dell’Universo sarà finalmente compresa e dimostrata dalla Scienza

*****

Tu sei la grande costante vivente dell’Universo.

Quando questa vita non è solo una esperienza continua di qualcosa “là fuori” ma ciò che intimamente diventi nella costanza del tuo essere, allora tutto questo è l’esperienza costante di chi sei.

Questa vita diventa l’attraversamento di te stesso.

*****

Le esperienze di espansione di coscienza, di trasmissione energetica, di comunione cuore a cuore, di esplorazione del positivo della vita, sbloccano e preparano la tua coscienza, come anche intense pratiche meditative. Il loro compito è proprio nel farti vedere ed assaporare la bellezza e l’abbondanza e il silenzio che la mente collettiva intrisa di paura ha sempre nascosto.

Ma tutta questa apertura raramente è in grado di portare la tua coscienza fuori dal gioco delle polarità, degli opposti.. Ancora la percezione di una fondamentale separazione è sempre viva e virulenta. Ancora verità e amore rimangono condizionati. Ancora gli antichi meccanismi prendono spesso il sopravvento.

A questo punto si rende necessario, possibile e inevitabile, il fiorire del tuo Risveglio. Il passaggio è dato dal chiaro Riconoscimento dell’unità di chi sei, senza attributi, “al di là di ogni percezione e comprensione (Nisargadatta)”. Prima come improvviso momento di verità e poi come grande attrattore del tuo esserci. Incominci a sperimentare sempre più spesso la Presenza alla tua assenza.

Allora, solo allora, le pratiche non sono più necessarie e ti lasciano, naturalmente, senza giudizio.

******

Quando sei pronto iniziano i “miracoli”

Un semplice compagno di viaggio  ti può assistere nel passaggio in cui impari a riconoscere l’illusione e a godere della vita, mentre io e te continuiamo a essere sognati. Importante è che sia disponibile quando tu lo sei e che conosca bene i passaggi dove mettere le mani della mente e del cuore.

 “Caro Compagno di Viaggio, sono felice di una immensità tale che solo il silenzio può descrivere quel gran rumore che si è scatenato dentro. La Classe è stata la rinascita per la mia esistenza” (partecipante a una Classe del Risveglio)

*****

Rimani nel Silenzio che tutto unisce e rivela.

Mentre i paradossi della vita ti vengono incontro, la tua mente rimane tranquilla.

Il Risveglio misura spazi sempre maggiori di rilassamento..(Adyashanti). Fino a che…. un giorno, inevitabile, non ti troverai più da nessuna parte e non avrai paura.

*****

Io mi sto sognando!

Il sogno è diventato lucido. Come posso non amarlo e non sentirmi amato?

Se tu fossi il personaggio di un sogno..che cosa succede quando scompare il sogno?

La coscienza in azione si sogna come realtà , come me e te. Sta diventando il suo sogno lucido, il TUO sogno lucido

*****

“Oggi, sei libero da te stesso….Il Risveglio è dal sonno non da ciò che è reale!”(….)

 Il tuo sonno è così profondo che talvolta la scossa “deve” essere forte.(…)

Debole è ciò che NON sei, il tuo personaggio che ti è cresciuto attorno per ignoranza e debolezza dei tuoi genitori e della società…(…)

“Amore” non è solo pensarlo e sentirlo/percepirlo ma azione!. Non avere dubbi su questo . in questo la speranza per te e per il mondo .

Rimani in pace, rilassato, sempre a disposizione..nel tuo movimento riceverai per primo, a piene mani, il dono che hai scoperto di essere.(…)”

Digambara

Leggi qui l’ultima raccolta dell’Oceano nella Goccia


*****

Tutto attorno a te osserva l’azione dell’Essere che dà la forma. Coscienza in azione, Spirito Santo. Essere genera il divenire dalla sua immobilità assoluta e definitiva. Lo scoprire ciò come Verità, la tua consapevolezza, è il dono che ti dà questa Conoscenza. Gnosi è la Conoscenza che libera dall’illusione. Coltiva la tua Consapevolezza e presto sarai libero.

Il tuo destino su questa Terra sta liberandosi quando finalmente senti che l’ultima parola è già:GRAZIE!

*****

Risveglio di qualità essenziali che riflettono l’abbondanza della nostra natura divina quando diventa anche umana. Fiori della pianta del Risveglio che sbocciano  ad uno ad uno quando la mente apre varchi, smagliature nel suo velo di protezione in cui ti sei rinchiuso

*****

 “Se non sei ancora capace di amare, perdonare, liberare ciò che ti fa soffrire, allora ciò che chiami “tu” è un usurpatore parassita, protagonista di una storia tutto sommato faticosa e modesta con la tua faccia e il nome sopra….

“A poco a poco scopri che la verità del tuo essere è indipendente dalla tua mente. Che sollievo!

L’ego non solo è il problema ma anche ciò che ti indica la strada per la tua liberazione dal passato

Che il tuo risveglio sia qualcosa di raro e inafferrabile è un grande tabù che sta crollando. Lo è certamente l’idea che tu ne hai, fino a che non ti sei riconosciuto stabilmente, soprattutto se sei stato a lungo un “ricercatore spirituale”….

Liberare la tua azione, la tua vita è necessario. Quando poi comprendi che non è nelle tue mani, diventa inevitabile.

Sei a casa, sei nell’abbraccio senza tempo…Questa che hai di fronte è proprio la faccia del Divino…”

Leggi la nuova raccolta dell’Oceano nella Goccia qui:


*****

Nel frattempo…

Stiamo insegnando alla tecnologia di ripararsi da sola, di imparare e  migliorare. Nascerà una specie di coscienza nuova, non biologica, finora al servizio dell’uomo, almeno nelle intenzioni degli sviluppatori . Ma come la mente è nata milioni di anni fa per servire il corpo in movimento eppure da tempo, nell’uomo, si è resa autonoma  e spesso agisce contro il (tuo) corpo, è possibile che un giorno la tecnologia impari a essere indipendente dall’uomo. Se un giorno poi ci percepisse come un ostacolo o un pericolo potremmo diventare suoi nemici. II limite è già molto vicino per le “armi intelligenti” che sono state disegnate proprio per uccidere (contravvenendo ai principi descritti nei libri di Asimov).

La tecnologia è nata dalla coscienza umana per ridurre fatica e sofferenza ma rischia di rendere non solo disoccupata ma proprio inutile la specie umana

Visto che la rapidità di evoluzione dei sistemi in rete (e la tecnologia digitale nasce come figlia della Rete) è di rapidità logaritmica rispetto all’evoluzione biologica/umana il limite, la soglia potrebbe essere molto vicina. L’arma più potente dell’umanità è il suo ego fenomeno che si autoalimenta attraverso l’educazione al bambino basata su ignoranza di sé e, fondamentalmente, sulla paura della vita. La Presenza, il Risveglio finora è stata la soluzione evolutiva e, in generale l’unica vera strada possibile per uscire dalla sofferenza inflitta dall’uomo sull’uomo. Ma in questo nuovo, possibile, scenario? Come evitare di finire di vivere in un pianeta dominato da una tecnologia ostile?

Come può l’uomo “risvegliato”, che vive consapevolmente con solo limitate reazioni egoiche, aiutare a impedire questo scenario? Potremo mai rendere possibile una comunicazione empatica, per risonanza, tra la coscienza umana e quella tecnologica, una convivenza basata sul rispetto di regole positive per ambedue le specie?

Bella domanda! Cerchiamo intanto nuovi modi per far venire voglia e per diffondere il Risveglio e soprattutto per consolidarlo, renderlo dominante rispetto al modello egoico. Altra domanda: come possono le comunità virtuali  diffondere risonanza, empatia, comprensione, Presenza?

*****

Nel tuo spazio di Presenza, cambia la funzione Tempo. Il tempo non è più lineare, effetto e causa sono legati in senso bi-direzionale, in ambedue i sensi. Nell’unità dell’Amore consapevole, con la retta Intenzione, la causa che è stata ieri può essere attualizzata e trasformata/guarita, adesso. L’effetto su di te non è più vissuto in modo egoico (l’ego è figlio del tempo lineare) e ti porta il dono nascosto.

Sotto la grande pressione dei nostri tempi, quando (quando?) riscopri Amore, cambia il piano di realtà ed avviene finalmente il passaggio. Viene prima vista e poi conseguentemente attivata la dimensione nascosta che trasformerà la vita sulla Terra.

Se questo non succede, non “ti” succede ancora, nulla è perso. Un giorno-ora le ombre scompaiono. Desidera e rendi possibile che ora sia adesso!

In Presenza, ogni compromesso per la mente è un gioco a somma non-zero: tutti ci guadagnano e la vita si trasforma. Così portiamo finalmente il Paradiso in Terra!

L’attualizzazione della coscienza buddica accelera e facilita l’attualizzazione della coscienza cristica. La fusione delle due Luci della Coscienza Risvegliata e Amore

L’OCEANO NELLA GOCCIA (47) - Digambara




 “Non meditare, ma mantieni la mente nel suo stato naturale” (Tilopa)

*****

Da quando hai incontrato la Verità nel tuo cuore e nella mente, anche per un solo istante, la riconoscerai ovunque e in ogni sua forma, immediatamente"

*

"La coscienza che non si è ancora riconosciuta è come uno specchio che non sa di saper riflettere rimanendo inalterato, silenzioso e presente…"

*

La Verità è molto diversa da quello che vedi e molto di più di quello che pensi..."

*

"E’ tempo di svegliarsi... Hai qualcosa di più importante da fare?"

*

“E’ veramente l’inizio della vita che sei venuto qui a vivere…"

*

“I momenti ancora dominati dall’ego ti indicano la strada per la tua liberazione”

*

"Il Risveglio è lo stato NATURALE della tua coscienza e della vita"

*

“...la morte non è contro la vita ma contro la menzogna, il sogno, l’illusione..."



Leggi la nuova raccolta di Gocce Quotidiane qui:


*****

Se hai il dono della Fede. Più spesso l’eco della tua preghiera è solo silenzio e ancora silenzio. Solo quando la tua mente è silenziosa abbastanza il Silenzio riempie il tuo vuoto e inizia a parlarti. Solo quando il cuore è pieno di grazie arriva la Grazia a sollevarti nella Luce. Ma non aspettare! È già qui, oscurato dai bisogni della tua mente. Inchinati: questa è la volontà di Dio.

Per noi altri che siamo sulla strada diretta del Sé: la Presenza è la voce del Silenzio. Ascolta!

*****

“La perfezione, la completezza e la luminosità sono riflesso della natura stessa dell’anima e conferme del suo tornare a casa…Tu sei Verità. Verità è che tu sei perfetto, ANCHE nella forma. Se senti, come è possibile, resistenza a queste parole è lì esattamente che la Verità sta bussando…

Liberazione è liberare la tua Luce speciale e unica, liberandola dalla tua personalità parassita….La Verità ti sta cercando da allora offrendoti sempre nuovi “accessi”.

La risposta che ti continua ad arrivare è di SENTIRE la vita, non di "pensarla" soltanto!

La vita è l’attraversamento di te stesso!”

Digambara

La nuova raccolta dell’Oceano nella Goccia.

http://laclassedelrisveglio.blogspot.it/2017/01/loceano-nella-goccia-40-digambara.html

*****

Noi tutti siamo forme di Luce. Non c’è altro che Luce. Quando riesci a riconoscerlo questa vita ti ha svelato il suo segreto e il ritorno a casa è assicurato. La mente ne ha visioni sempre più chiare mentre perde il senso della distanza e della separazione. Il cuore esulta della sua stessa natura e tutto il tuo essere incarnato inizia la trasformazione.

Là fuori vedi i frutti amarissimi della mente ignorante di sé. La mente che si sa trovare solo nella sofferenza. Non rimanere a fissare l’abisso della ignoranza ma rivolgiti verso la fonte, mai toccata né turbata da tutto questo

Tu sei Luce.Tutto è Luce.

Auguri!

******

FERMATI perché tutto succeda anche per te…RILASSATI e si calma l’impulso incessante a cercare di migliorare le cose … AFFIDATI e tutto arriva a te, qui dove sei già e sei sempre stato … RITROVATI e così anche “l’altro smette di essere altro da te”

“Mi fermo…mi rilasso… mi affido….mi ritrovo…”

Digambara


*****

La mente non esiste in sé. E’ solo l’effetto del movimento dei pensieri. Quando rallentano, l’effetto- mente non appare, come scompare l’apparente cerchio di fuoco quanto,nel buio, rallenta il vorticare veloce della fiamma della torcia.

La mente passa da uno condizione all’altra: felicità, tristezza, controllo, confusione etc etc . Invece la Presenza è la qualità dominante di chi sei e di tutto ciò che hai riconosciuto nella sua realtà essenziale. La Presenza non cambia né stato né condizione, quello che cambia è l’effetto sulla tua mente e sulla tua vita quanto più spesso e stabilmente la riconosci, ti riconosci nel qui-e-ora. Non puoi entrare ed uscire dalla Presenza, perché non è uno stato di coscienza ma semplicemente e stabilmente chi sei veramente.

Comprendere la Presenza partendo dalla tua esperienza della mente ti porta inevitabilmente a questo esperienza ondivaga, alternata, dentro/fuori.

Il Riconoscimento è il tuo Risveglio. Non mollare a metà del guado!

*****

“Sono il testimone silenzioso, vasto a immutabile, al di là dello spazio e del tempo. Sono assolutamente immobile, totalmente non coinvolto, ma completamente consapevole. Questo dimostra direttamente che non ho bisogno di essere libero o illuminato.(…)

Sono sempre libero, lo sono sempre stato e sempre lo sarò.(…)

Non è uno spazio di non-mente ma, anche se è al di là del pensiero e della mente, la mente può continuare ad esistere al suo interno.(…)

Ora mi ritrovavo COME l'apertura stessa, identico con l'apertura. L'apertura era il mio essere. Non c'era più dualità….c'era solo il guardare senza uno che guardasse. …La mente semplicemente ha cessato di giocare un ruolo se non uno puramente funzionale.”

Almaas e Klein descrivono il cambiamento nella loro mente:




*****

Hai già attraversato l’illusione dell’io/me ma ancora credi alla reincarnazione? Reincarnarsi significa trovare un mezzo per completare il proprio destino energetico, esperienziale, manifestandosi di nuovo su questo piano di realtà  secondo i principi fondamentali della stessa Nuova Fisica.

Chi potrebbe reincarnarsi se tu non esisti come individuo separato?

Eppure tutto continua a compiersi e completarsi, a esaurire la spinta ricevuta. Tutto avviene impersonalmente…

Meraviglia!

*****

Osservarsi di essere cosciente è la causa prima della storia dell’ego ma anche strumento per la sua fine...

L’attenzione al presente, rinforzandosi, ti rende possibile “vivere il tempo” senza vivere NEL tempo..."

Riconosciti in questo e tutto riprende valore dal fatto che tu ci-sei, ancora e ancora...

Ogni respiro e ogni battito del cuore te lo può confermare....La festa è iniziata...dove sei tu?

Non c’è separazione tra me e te. Non c’è differenza alcuna tra me e te...

Leggi la nuova raccolta di Gocce Quotidiane:




****

“Nell'essere immobili viene rivelata una prospettiva che è libera da tutta l'ignoranza e la schiavitù della sofferenza. In questa prospettiva viene realizzato il Sé eterno” (Adyashanti).



Il "primo incontro" ha portato un'altra sorpresa che ha introdotto quello che è reale nella normalità di tutti i giorni, indipendentemente da qualunque attività .



Quello che è reale non può venire imparato, venire insegnato; è libero, sempre presente e non può venire cercato. Quello che è reale non può venire guadagnato, comprato; è senza "me" e senza qualunque pensiero.” (Barendrecht)

Tuffati e ritrovati…


*****

“Quando non hai più alcuna alternativa, quando la ricerca è morta, allora la Verità diventa una possibilità reale. Ma la Verità non è un’alternativa. Non è nella forma di una risposta a una domanda specifica. Non è un qualcosa di percepibile. Non è qualcosa che serve te in quanto presunto soggetto, limitato e separato. Non è qualcosa che ti libera in quanto persona separata. La Verità viene goduta solo nell’istante di non-separazione, di perfetta eguaglianza con la Verità”.


*****

Hai lasciato andare tutto, hai lasciato succedere, cara mamma

Questo è finalmente il momento per completare tutto il GRAZIE per la vita di amore che mi hai dato.

Ancora una volta, adesso, Il tuo silenzio immobile mi indica la strada.

La soglia la stai varcando in queste ore portando una parte di me e di tutti noi, inseparabili. Il tuo disorientamento è stato il mio ma è stato breve. Luce ovunque…

E’ proprio vero:“per te la tua piccola luce si spegne perché è arrivata la luce del mattino”



*****

“E’ sempre stato così. E’ sempre stato qui.

Non c’è niente di più di questo.

Questo silenzio fa sì che l’intero universo esista.

Questa nostra consapevolezza, questa coscienza dell’essere, è il silenzio stesso.

Il silenzio ci permette di essere e di essere liberi.

C’è solo questo.Tu sei questo!

Tutto quello di cui hai bisogno, tutto quello che cerchi, tutto quello che speri e desideri è contenuto in questo silenzio.

Per realizzarlo non devi fare altro che fermarti ed essere!”

(Anonimo)

Leggi tutto qui: