Loading

GOCCE QUOTIDIANE (11) - Digambara





Fermati e non aspettare nulla

*

La senti questa marea che porta in alto la tua piccola onda?
*
E “tu lo sai” perché LO SEI!

*

Un tempo era solo Luce e così sarà alla fine del tempo. Il compito di questa vita è portare Luce nel nostro presente

*

Tutto è Uno......è separato Amore da non-Amore?

*

Non reagire a ciò che va e viene,
così non lascerà tracce di dolore né su di te né negli altri

*

C’è una Bellezza e una Armonia e un Amore e una Impeccabilità che nemmeno l’ignoranza grande dell’uomo può condizionare ma solo nascondere.

*

Sciolto ma presente

*

La Presenza non cambia né stato né condizione, quello che cambia è l’effetto sulla tua mente e sulla tua vita

*

Noi siamo “premiati e puniti” DALLE nostre azioni non PER le nostre azioni

*

Questo Tutto si conferma, ancora e ancora, essere questo stesso Nulla...

*

Ormai la trama di Vuoto si intreccia senza più contrasti con l’ordito della vita.

*

Le parole riflettono il potere di qualcosa più grande quando sono nomi di verità essenziali.

*

La causa comune della grande FATICA di vivere nasce ogni volta che mi dimentico che NON esiste una realtà là FUORI, fuori da me

*

Il messaggero è il messaggio- non essere tu la strozzatura di quella forza di amore che con le tue mani sa guarire, con i tuoi occhi sa trovare, con il tuo cuore sa nutrire…

*

Sii consapevole di essere Consapevolezza.

Sii consapevole di essere Presenza.

Sii consapevole di essere Amore

*

Questo che vedi e vivi è una coerenza spazio-temporale nel campo della coscienza

*

Se tu HAI una mente, non SEI la mente

*

La vita è la Coscienza che si manifesta, come la vivi è la manifestazione della tua coscienza

*

Ogni cambiamento è solo se è percepito o compreso.

*

Cosa cambia, cosa rimane senza il concetto di “tempo” che passa?

*

All’infinito…permettendo che sia…il momento in cui vivo…risuona la pace…nella magia del presente

*

Da quando hai incontrato la Verità nel tuo cuore e nella mente, anche per un solo istante, la riconoscerai ovunque e in ogni sua forma, immediatamente

*

Un passo verso di te e il tuo cuore vale 10 passi verso di me e qualunque altro

*

Come è possibile che essere questo individuo, me stesso, responsabile, civile e positivo impedisca di realizzare una vera felicità e pienezza umana?

*

Il successo dell’ego nasconde sempre il suo fallimento perchè cresce SEMPRE in un campo di illusorietà e sofferenza.

*

l dono della Verità non si ferma mai alla persona che si inchina a riceverlo

*

Il Riconoscimento ti permette di vedere che, da SVEGLIO!, stai sognando mentre lo fai

*

ENTRA nella tua vita attraverso le gambe e le mani, la pelle… non solo con la tua testa. Porta il tuo riconoscimento dentro la tua vita e nel tuo corpo.

*

La grande bestemmia è: “IO so quello che ho bisogno!” e le conseguenze sono sempre spiacevoli…

*

Comprendi che la mente-che-pensa è solo un funzionamento, necessario finchè non si è creato distacco sufficiente da “me”

*

Non (cercare di) cambiare la tua vita – cambia la tua consapevolezza e QUESTO cambia la tua vita

*

Adesso osservi, al contrario, da fuori, la realtà convenzionale che vivevi finché era ancora dominante in te, come te

*

tu non puoi “conoscere” chi sei, perché lo sei!

*

La Conversione, il cambio di direzione, è ritrovarti sulla precisa rotta della tua vita.

*

La mente, inaspettata-mente, è più leggera e scorre tranquilla a creare e ricreare il suo viaggio

*

PRESENZA è una dimensione IMPERSONALE che mi agisce e accompagna in perfetta sintonia con la mia mente e la mia matrice.

*

Perdiamo gran parte della vita a resistere a quello che è, a cercare di combatterlo o di trattenerlo…

*

L’ego è solo un riflesso che vive nell’ombra della paura e dell’ignoranza

*

Espansione della tua Consapevolezza che libera dall’ignoranza. Espansione del tuo Amore che libera dalla paura. Espansione nella Perfezione che libera dall’errore e dall’ingiustizia.

*

E’ come entrare nella stanza del “qui-e-ora” e non trovare più chi pensavi di essere!Come sono davanti allo specchio è solo COME mi penso e SE mi penso

*

L’altro che hai veramente incontrato e riconosciuto, non è, non è MAI stato, “altrove” come pensa la mente

*

Prendi una qualità umana. Riconoscendoti, potrà emergere la qualità essenziale, incontaminata e perenne, di cui le nostre qualità sono un riflesso e che incontrerai lungo la strada per casa…:

*

Le domande nascono dalla mente ma la Risposta, sempre unica e impeccabile, non viene dalla stessa mente…

*

Liberazione non è una azione, non è uno stato, non è un oggetto di esperienza e quindi non puo diventare lo scopo della tua vita, un obiettivo da raggiungere

*

L’esistenza è sempre, inevitabilmente, con te- come te e quindi tu, inevitabilmente, al suo servizio

*

La percezione è il modo del corpo di comprendere il mondo, la comprensione è il modo della mente di percepirlo

*

L’Amore, la qualità del Cuore, alleandosi al tuo Riconoscimento, abbassa progressivamente e..amorevolmente! le barriere create dal tempo (separazione), spazio (diversità), forma (apparenza) e significato (giudizio)

*

Come ogni qualità umana l’amore umano si manifesta, agisce e si trasforma perché è una polarità.

*

l’errore che sperimenterai spesso è cercare di stabilizzare la tua realizzazione, trovandole un “qualcosa da fare”

*

L’aumento di consapevolezza appare precisamente, nella mia mente, come un alzarsi del punto di vista che dall’alto vede di più, è più inclusivo, tutto- insieme e l’insieme stesso

*

La lunghezza del dopo è solo il tempo necessario per la tua mente di farsene una ragione e gradualmente cambiare quanto basta nella sua matrice, nei suoi meccanismi

*

E’ come se, questa volta, il Sole sciogliesse lo stesso Icaro mentre le sue ali continuano a volare sempre più in alto..

*

Tutto avviene attraverso di me con me partecipe ma passivo nel lasciare fare

*

Adesso mi chiedo spesso, in questa meraviglia, se può mai mancare o mancarmi qualcosa….

*

Adesso, quando la mente ha una domanda e non trova risposta, tutto si rilassa fino a sciogliersi silenziosamente come neve al sole…mentre la vera risposta, sempre presente, inizia ad agire me e attorno a me

*

Quando realizzi che la soluzione, che è Luce stessa, è già arrivata, ben PRIMA del problema, che ha la lentezza della mente, ecco la Liberazione

*

il campo di Presenza diventa visibilmente più intenso e vitale

*

Distorsione cognitiva e impoverimento energetico sono la causa della nostra visione non-olistica e aggressiva convenzionale e del nostro profondo disagio esistenziale.

*

Il primo vero giorno sul pianeta Terra

*

 Benarrivata Quinta Dimensione, dove non conosci più come reale né ombra, né incompletezza, né sofferenza, né giudizio.

*

 L’invisibile rimane tale per gli occhi ma non per la Presenza

L’OCEANO NELLA GOCCIA (65) - Digambara




Uno oggi si mostra attraverso di me a me stesso e lo racconto così…



UNO, il Sé, al di là di ogni definizione, di ogni parola e forma.…che vive anche nel nostro tempo umano come campo unitario senza alcuna differenziazione in sé : né prima né dopo, né alto né basso, né più importante o meno, né spirituale né mondano, né soggetto né oggetto, né specchio né riflesso, né manifesto né immanifesto etc. Ma anche “disponibile” a mostrarsi come tutto questo e altro ancora…

Rimangono tutte le storie, i modi di raccontarlo e viverlo nelle innumerevoli manifestazioni della sua Coscienza. Esperienze che possono ben essere anche atroci, ingiuste, limitate... Esperienze che includono possibilità e giochi molto creativi come la responsabilità, la scelta,  il cambiamento etc. Come ben sappiamo noi mortali forme . E questo è sempre e comunque il suo sogno, questo il suo regno…in cui con incessanti, inesauribili modi mi invita a riconoscerlo e a riceverne la Grazia. Impeccabilmente. E la spinta per andare oltre a “questa” stessa vita, a “questo” tempo.

Perché allora non dedicare e indirizzare ogni momento che mi rimane a contemplare, onorare, adorare, celebrare questa Infinita Purezza, Infinita Creatività. Infinita Bellezza. Infinita Meraviglia. Infinito Amore. Infinita Luce, Infinita Pace…

Benarrivata Quinta Dimensione, dove non conosci più come reale né ombra, né incompletezza, né sofferenza, né giudizio.

*****

E adesso la vita irrompe. Come dopo un temporale… ma ancora di più … quando l’aria si è ripulita e cristallina e trasparente e radiosa e fresca e dolce e profumata.

Vivi la Presenza con tutto il tuo corpo, cuore ed emozioni. Mentre la comprensione aiuta la mente ad adattarsi al cambiamento della nuova “visione illuminata” sono le percezioni la rendono viva, “tua”, intima, portando nuovo colore e calore nella tua vita..

La vita ti è addosso e ti avvolge e ti respira. Una riscoperta innocenza: è veramente una esperienza totalmente nuova che non ti permette nessun confronto,  né di spostare o cambiare o aspettarsi alcunchè ma nemmeno ti dà alcun merito. Il primo vero giorno sul pianeta Terra.

 “..vedo cose che non ho mai visto, sento suoni che non ho  mai sentito, vedo il mondo che non l’avevo mai visto…sento la vita come non mai! Il mio corpo piange di gioia, di stupore: IO SONO tutto questo! Io sono l’Amore!” (partecipante alla Classe del Risveglio)

*****

“Per favore chiamami coi miei nomi veri,-così che possa risvegliarmi-e che la porta del mio cuore-possa rimanere aperta,- la porta della compassione.”

Oggi danza con questa poesia nel cuore…


*****

Comprendi che la mente è in sé un meccanismo distorsivo e povero dal punto di vista cognitivo perché nasce e si alimenta solo dentro un paradigma basato sulla separazione, nell’isolamento e illusione egoica e forzando affannosamente tutti gli eventi dentro la linearità delle relazioni causali, nella fantasia delle sequenze temporali, nella superficialità di proiezioni ripetitive e meccaniche con il conseguente impoverimento di vitalità, energetico. Distorsione cognitiva e impoverimento energetico sono  la causa della nostra visione non-olistica e aggressiva convenzionale e del nostro profondo disagio esistenziale.

Tutto parte dalla negazione o mancanza di riconoscimento, impossibile per la natura della mente, dell’unità perfetta e completa di qualunque manifestazione, per il fatto stesso che si manifesta.

“L’uomo è l’unica specie che non riesce a rilassarsi e accettare la propria natura” ci diceva ripetutamente Osho. Rimanerci attaccato è il più grande torto che fai a te stesso.

*****

Quando mi incontro, come in questa Classe del Risveglio di Milano, con compagni di Viaggio che coltivano la consapevolezza, il campo di Presenza diventa visibilmente più intenso e vitale: il significato di ciò che appare, la qualità dei pensieri, la spaziosità del silenzio, la gentilezza del cuore, il piacere nel corpo, i colori della gente, la musica dell’aria e della città….tutto è fresco e sa di “origine”, di primo giorno della Creazione. E’ una continua sorpresa ma sempre dolce, mai brusca, gentile. Appena aumenta la vibrazione, di sfaldano i confini e il senso di separazione non ha più…senso e, semplicemente, non funziona più.

La Luce non è infatti solo un aumentare di intensità ma di vita, di bellezza, di possibilità di libertà in azione. Tutto il manifesto nella sua forma specifica e temporanea ma resiliente è puro e unico e impeccabilmente perfetto e “necessario”.

La vita essendo nata dalla polarità energetica è un paradosso vivente e nel testimoniarlo, nell’amarla, nel servirla la tua e mia vita scorrono e si celebrano.

Se hai partecipato a una Classe del Risveglio, ti invito a venire e immergerti per qualche ora in questo capo di Presenza, lunedì e martedì prossimo a Milano (vedi qui tutti i riferimenti, su prenotazione)

*****

Dice Ramesh Balsekar “che il problema sia senza soluzione è in sé parte della soluzione”. Quando realizzi che  la soluzione, che è Luce stessa, è già arrivata, ben PRIMA del problema, che ha la lentezza della mente, ecco la Liberazione

Semina Riconoscimento e raccogli Risveglio

Semina Risveglio e raccogli Amore

Semina Amore e raccogli Perfezione

Semina Perfezione ed è Liberazione

*****

Una sera Gesù era molto triste e i suoi occhi erano perduti
in un lontano futuro. Disse:

“Mi faranno apparire amante del dolore e della sofferenza.
Sento dire dovunque che il mondo è una valle di lacrime e che l’uomo è nato per soffrire. Nulla di più falso. Solo per la sua stupidità e per la sua visione limitata l’uomo si circonda di sofferenza."

(Dal vangelo apocrifo di S. Tommaso)

http://laclassedelrisveglio.blogspot.com/2018/09/vangelo-apocrifo-di-s-tommaso.html

*****

Prima, quando la mente aveva una domanda, un bisogno, e non riceveva risposta, andava in ansia e si irrigidiva, continuando a chiedere,a spingere, a cercare di cambiare le cose...

Adesso, quando la mente ha una domanda e non trova risposta, tutto si rilassa fino a sciogliersi silenziosamente come neve al sole…mentre la vera risposta, sempre presente, inizia ad agire me e attorno a me.

Essere Presenza è sempre la risposta, l’unica risposta che fa rilassare la mente e ti nutre di Sé.

*****

Prima, quando mi mancava qualcosa, subito agivo per cercarla, crearla o la aspettavo con una crescente tensione..

Adesso mi chiedo spesso, in questa meraviglia, se può mai mancare o mancarmi qualcosa e subito sento la carezza dell’aria o del mio respiro togliermi la domanda dalla mente..

Col tempo in questi anni sono affiorati vecchi nodi energetici ma so, sempre meglio,  come non caderci dentro, nella loro storia o reazione, e li tratto come  qualcosa da liberare, scaricare, integrare..

So adesso anche che, ritrovandoti nello spazio di Presenza, non è più necessario rielaborare tutti i nodi del passato, che è il lavoro infinito di integrazione... I meccanismi e i ricordi non trovano più chi li deve rivivere, l’identificazione nel personaggio che li riporti a galla …

Liberazione è il regalo di questa continua, impeccabile Completezza. Di questa Perfezione.

*****

La mente automatica mi permette di fare tante cose senza accorgemene quasi, senza “io” ma anche senza consapevolezza, come in un sogno e l’esperienza rimane povera di contenuto e superficiale.

Adesso l’esperienza dell’azione-senza-azione (wei –wu-wei) senza “io agente” è contenuta in una consapevolezza viva e presente ma rilassata e pacifica e rimane fresca e significativa, preziosa e impeccabile, senza alcun sforzo. Tutto avviene attraverso di me con me partecipe ma passivo nel lasciare fare. Comprendo che tutto è già emerso e completo, appena prima che ne sia consapevole

Le cose continuano ad arrivare, continuano ad andare mentre rimango con ciò che rimane (grazie Nisargadatta)



*****

Mentre provo la gioia di avvicinarmi alla realizzazione del mio progetto umano, del “mio sogno”.. perdo a poco a poco il senso di io-me riempito al suo posto di spaziosità e silenzio. Totalità e meraviglia. Gratitudine e compassione. E’ come se, questa volta il Sole sciogliesse lo stesso Icaro mentre le sue ali continuano a volare sempre più in alto..

Rimane mia questa vita ma adesso si accompagnano tanti Viaggiatori creando finalmente e sorprendentemente il senso di una forte corrente comune, sicura e sempre più rapida perché sempre più e meglio condivisa, lontana dai gorghi della mente individuale, da sempre paurosa. Come tanti salmoni, sempre più numerosi, che risalgono la corrente riconoscendo e incontrando il proprio destino comune, tutti insieme. Inevitabilmente, naturalmente. Felici di esserlo e di raccontarci.


*****


L’aumento di consapevolezza appare precisamente, nella mia mente,  come un alzarsi del punto di vista che dall’alto vede di più, è più inclusivo, tutto- insieme e l’insieme stesso. La perdita di particolari con la nuova prospettiva non è una vera “perdita” se non di importanza del singolo particolare: le tue azioni non dipendono più dall’ultimo episodio, dalla ultima coincidenza…Il rapporto causa-effetto è meno importante…tutto avviene insieme e contemporaneamente, nell’istante stesso che ne sono consapevole. Sempre qui, sempre ora.

E’ molto strano vedere con crescente chiarezza che la mia stessa vita non dipende da me, come prima pensavo. Certo tutto ancora passa ancora qui, ma sono solo un passaggio, nulla veramente parte da me che comunque influisco sugli eventi attraverso la matrice dei filtri (carattere, abitudini etc). Vedo con assoluta chiarezza esattamente quando e come la mia mente crea l’illusione di essere al centro, e responsabile e libero di scegliere…che sogno fantastico la mia storia, dentro alla mia mente.

Con la drastica riduzione dell’importanza mia per me, percepisco un forte alleggerimento dell’orma energetica, della traccia che lascio, che mi regala la sensazione di essere invisibile, trasparente ma molto più presente anzi Presenza. Non ci sono più le barriere di prima. Aumenta la disponibilità a lasciarsi portare dal flusso a ridurre la reattività, la paura, la protesta e la richiesta.

Affidarsi completamente, dallo stesso primo giorno in cui capita, cambia per sempre la direzione della tua traettoria e il senso del tempo della tua vita...

L’OCEANO NELLA GOCCIA (64) - Digambara


Il campo energetico si ripulisce a poco a poco ed emerge, come esperienza impersonale di te, la Presenza.

Con questa Luce la piccola fiammella della mia mente non è più così necessaria. La mente-che-pensa torna tranquilla nel cassetto degli attrezzi per vivere e raccontarsi questo gioco collettivo, sul piano orizzontale...

Presenza fa trovare un senso profondo e definitivo ai paradossi della vita e ti accompagna mentre ancora lotti contro l’ignoranza della sofferenza, della ingiustizia, della esclusione, finchè comprendi che solo abbracciando tutte le polarità ed opposti continua il processo dell’Integrazione e il tuo passato si svuota, perdendo potere sulla tua vita...

Quando è a buon punto la com-prensione e la seguente integrazione energetica degli opposti, vivi la Presenza come dominante, il nuovo riferimento e “identità”. Presenza puoi viverla anche come un nuovo “senso”  per la tua vita. La Presenza dà senso al mio vivere e vita ai miei sensi.

Un giorno realizzi che la vita è possibile solo perché fondata su Amore a tutti i livelli di coscienza e Presenza è la qualità costante che si mescola ad Amore mentre diventa la  mia vita

*****

La Verità si trasmette per risonanza

Quando nascono dal Silenzio le parole sono speciali e facilitano questa risonanza. Ne mantengono il profumo e attraggono una dimensione della tua natura essenziale. Sono infatti suoni che rappresentano le qualità eterne: fuori dal tempo, totalmente incondizionate e complete e onnipresenti. Sono vibrazioni del campo di energia unitario e pacifico dell’unica Coscienza. Sono i lati innumerevoli del grande diamante (Almaas), di Satchitananda.

Sulla rappresentazione del  piano umano relativo questi incontri sono spesso attivati da esperienze positive, di chiarezza, abbondanti, di bellezza, di completezza che emergono più facilmente quando hai alleggerito il campo energetico della prigione egoica e esplorato la ricongiunzione degli opposti, la riunione delle polarità, il riassorbimento dell’energia che tende a separare l’unità in positivo e negativo.

Avrai realizzato che queste parole sono altamente creative, sono il Verbo che crea espandendo nella non-forma la medesima Coscienza. Sono qualità inseparabili dell’Uno che si conosce ri-creandosi, immobilità assoluta, continuamente.

Appagata la tua mente, il tuo cuore, il tuo essere umano queste parole-qualità rientrano nel Silenzio da cui non sono mai uscite. Ovunque, Presenza luminosa, tranquilla, potente.

Risuona…

*****

“Io non sono. Io non sarò. Io non ho. Io non avrò. Tutti gli esseri sono sorti dalla concezione dell’io e sono avviluppati dalla concezione del mio. Quando esiste la concezione dell’io c’è azione e collegata ad essa c’è anche la nascita. Il mondo (è) simile a un’illusione, essendo solo una confusione della coscienza”

Incontrati nella saggezza del Buddha attraverso le parole di Nagarjuna: http://laclassedelrisveglio.blogspot.it/2012/11/la-preziosa-ghirlanda-nagarjuna.html
*****

Di tutto questo tu conosci solo quello che ti è possibile e serve sapere adesso. La Verità non dipende dai tuoi meriti e da quante sono state le tue esperienze e promesse mantenute o meno..Gnosi non è il sapere della mente ma quello dell’Essere espresso con parole sacre, immutabili e perfette. E’ sapere immediato, completo e vivo.

Queste parole sono fatte per fare emergere le tue domande VERE. Ancora altre parole… fino al silenzio che le comprende tutte e comprende tutto.

Il salto di consapevolezza del "Riconoscimento" è entrare in risonanza con la Verità e riconoscersi “in” essa, “come” essa in questa mia forma. La Verità così si trasmette di mente in mente, di cuore in cuore. Quelle "vive" fanno il miracolo perchè vissute nel silenzio, che è il vero medium di Verità.

*****

Il Riconoscimento di “ciò-che-è” rende più facile l’attraversamento delle illusioni del mondo della mente, necessario per un pieno Risveglio.

Per tutti i meditatori l’esperienza più nota è l’improvvisa non-separazione tra te e la realtà circostante, il senso di unità assoluta di tutta la manifestazione,il capovolgimento paradossale di ciò che prima definivi soggetto e oggetto.

Per il ricercatore spirituale “serio” (e se lo sei sai perfettamente cosa intendo…) l’iniziale momento di risveglio avviene spesso con la sensazione precisa che la ricerca, tutta la ricerca, si è fermata avendo perso qualunque significato. Comprendi che la differenza tra chi si è ritrovato (risvegliato) e il ricercatore è che questo sta ancora cercando e non può fermarsi.

Comprendi che la ricerca stessa è l’ostacolo. Ricercare tiene in vita il bisogno di cambiare e il futuro – due delle più forti illusioni. E’ come una foglia che galleggia che si allontana più tu agiti l’acqua per raggiungerla!

Comprendi che incontrerai la tua perfetta e tranquilla immobilità solo se smetti di cercarla. Questo ferma improvvisamente e definitivamente la tua ricerca, il senso di mancanza e il tuo bisogno di cambiarti. Nel profondo rilassamento che segue la Verità diventa visibile e riconoscibile mentre il tempo rivela la sua doppia natura di movimento della mente e di eterno presente. Un grande paradosso si svela e vivi l’impressone che si sia lacerato un pezzo del velo di Maya, di sentirti contemporaneamente al –di-qua e al-di-la

E ti ritrovi nella casa che non avevi  mai lasciato se non nella tua mente.

*****

La grande paura della mente è di ..non esistere veramente. Da qui la sua resilienza ma anche la forza dei meccanismi difensivi. “Non posso permettermi di perdere controllo su me stessa”! Essendo questa paura del tutto fondata si spiega perché abbiamo istintivamente il terrore del VUOTO, almeno fino a che non ne abbiamo fatto intima conoscenza svelandone il segreto. Tutti i nostri gesti e scelte quotidiane sembrano aver lo scopo di RIEMPIRE questo vuoto, di nasconderlo, di rimuoverlo.

E’ proprio questa paura a portarti a casa. Proprio la perdita del (illusorio) controllo su te stesso, vissuto in un processo guidato, consapevole, amorevole, ti porta a casa e bypassa la mente. Ti porta finalmente a VEDERE oltre alle paure della mente.

Questo significa fare esperienza diretta, energetica e di chiarezza, della natura del vuoto: accogliente, abbondante, intima, tranquilla, completa, disponibile, silenziosa, incondizionata. Adesso non ci sono più ostacoli al tuo pieno Riconoscimento, alla risposta chiara e definitiva alle domande “chi sono io veramente?” e “che cosa è la realtà veramente?”

Come primo passo, abìtuati a non rivolgerti alla mente e al suo fratello manesco (!), l’ego, come fossero entità “reali” e potenti. Chiamali piuttosto, semplicemente, “i miei meccanismi mentali” e  “le mie reazione egoiche” e rimani in contatto, tranquillo, con l’immenso spazio che senti appena gira l’attenzione verso quello che queste parole nascondevano..

Scoprirai presto che mente ed ego non hanno nessun potere su chi sei veramente, anche se potranno continuare ad averne molto su come vivrai la tua vita…

Evolutivamente e culturalmente, se stai leggendo queste parole e le fai tue, sei pronto per il tuo Risveglio.

****

Nella tua mente avviene per la prima volta (o dopo tempo immemore) la percezione di un cambio netto di direzione, la tua attenzione si capovolge e impara a rivolgersi su se stessa, con naturalezza. Immediatamente, cambiando prospettiva, emerge un altro modo di vedere e, dopo una fase anche lunga di assestamento, di vivere la realtà.

Per un lungo periodo le esperienze del vivere hanno rafforzato “il senso di me” ma dopo la rivelazione e il capovolgimento del Riconoscimento, le nuove esperienze porteranno via, più o meno dolcemente!, pezzi interi di “me” e del “mio”. Dalla nuova prospettiva scopri che le polarità, gli opposti, si avvicinano, si specchiano come una coppia unita nella danza e tutto è riconosciuto e goduto come un’onda di luce, vibrante amore e bellezza..

Paradossale solo per la mente ma di grande “unisono” per il cuore-che-si riconosce: un unico essere, un unico suono di silenzio, un’unica vita che si racconta attraverso di te.

La vita stessa è il nutrimento migliore della tua anima. Essa stessa continuerà a proporti nuove vie di uscita dal sogno.

Non c’è più fame come prima di nuove esperienza nell’eterno presente ma sei aperto a tutto ciò che succede per servirlo, goderlo e celebrarlo da (come)  uno spazio vivo ma immobile e silenzioso dove tutto già accade e ti accade!

*****

"L’illuminazione non ha nulla a che fare con stati di coscienza. Le persone spirituali possono essere (...) violente con se stesse, perché cercano di conformarsi a idee, concetti, e credenze nelle loro teste. L’idea stessa di “qualcuno che è in controllo” è un concetto creato dalla mente..."

Adyashanti ti mostra alcuni passaggi sulla "strada senza strada" della ricerca spirituale http://laclassedelrisveglio.blogspot.it/2012/11/ricerca-spirituale-adyashanti.html

*****

Riempiamoci di totalità! “Non importa cosa fai nella vita, sii totale!”, così Osho ci martellava…sii totale!. La totalità aumenta la consapevolezza di ciò che accade e di come/chi sei e così cambia la realtà che crei, che vedi e come la vivi.

Totalità è pienezza, completezza, massima inclusione . Appena hai vissuto una esperienza in totalità, senza paure, senza limiti, hai la percezione di aver espanso la tua coscienza oltre alla solita matrice del tuo mondo e modo di vivere, di esserne realmente libero e incondizionato.

Il tempo non riesce a strapparti nella sua corrente perdendo il suo potere che hai dato per scontato mentre la Presenza si dilata ancora e ancora. Togliere potere al tempo significa togliere potere al passato, alla mancanza, al senso di incompletezza e di errore. Tutto viene avvicinato e integrato senza fatica con una forza silenziosa. Tornano a casa le polarità degli opposti che tanto ti hanno fatto soffrire e gli altri con te..

Senza il tempo che scorre a guidare la tua mente, la sua voce incessante si assottiglia in un bisbiglio …. Comprendi che non c’è niente da chiedere , niente da cambiare, niente da aspettare…Il fiume degli eventi viene accolto nella tua immobilità rilassata.

Attraverso questa finestra, il Cielo. Attraverso questa mente piena di innocenza, il Cuore.